La chiave per affrontare il recupero motorio e respiratorio dopo aver contratto e superato il COVID-19 risiede in una serie di consigli: eseguire test dinamometrici e valutazioni muscolari, farsi seguire in ambulatorio (e scrupolosamente) da professionisti specializzati, compiere esercizi in maniera cauta senza affaticamento e ricorrere alla laserterapia. Seguiamo il nostro esperto che entrerà nel merito del perché

L’emergenza Coronavirus ha costretto le principali strutture sanitarie italiane ad aumentare i posti in terapia intensiva, fronteggiando dati e scenari allarmanti. Un quadro tragico registrato anche all’estero: basti pensare che secondo una ricerca della National Health Association gli ospedali di New York hanno dovuto raddoppiare i posti letto in terapia intensiva in una sola settimana, passando da 1.600 a quasi 4.000 (dati riferiti ai primi di maggio, ndr). Per questo motivo, secondo gli esperti, un valido aiuto per i pazienti dovrà necessariamente arrivare dalla riabilitazione post COVID-19 che, supervisionata da personale medico preparato in ambulatorio, rappresenterà la chiave per affrontare il recupero motorio e respiratorio dopo un lungo periodo di allettamento. Ecco quindi che nella fase di recupero dei pazienti entreranno in gioco le strutture assistenziali e riabilitative del nostro Paese. Ma quali sono le raccomandazioni da seguire secondo gli esperti? Effettuare precisi test dinamometrici e valutazioni muscolari, sottoporsi a controlli periodici e compiere in maniera cauta esercizi senza provocare affaticamento sono azioni che aiutano ad accelerare il percorso riabilitativo. Ma non è tutto, perché un prezioso aiuto arriva anche dalla tecnologia laser. “I lunghi periodi di allettamento dei pazienti finiti in terapia intensiva rappresentano una delle principali problematiche da affrontare nel post epidemia e con le quali siamo venuti a contatto in prima persona – ci ha spiegato il dott. Ingmar Angeletti, fisioterapista presso il Rihabilita Medical Center di Alzano Lombardo (BG) – Occorre che recuperino il più in fretta possibile in ambito motorio per far fronte al decadimento muscolare e respiratorio. Per questo consiglio di effettuare precise valutazioni dinanometriche, test isocinetici e controllo delle retrazioni muscolotendinee oltre a farsi seguire in maniera attenta da professionisti in ambulatorio. Compiere esercizi a casa, senza provocare affaticamento, può andar bene, ma soltanto se raccomandati da personale esperto. Infine un grande aiuto arriva….

Ingmar Angeletti

In evidenza

Leggi le ultime uscite

RS_copertina31
Nov/Dic 2020
RS_copertina30
Sett/Ott 2020
RS_copertina29-820x1024 (1)
Mag/Giu 2020
RS_copertina28-820x1024 (1)
Mar/Apr 2020
RS_copertina27-820x1024 (1)
Gen/Feb 2020
RS_copertina26-1-820x1024 (1)
Nov/Dic 2019
RS_copertina25-820x1024 (1)
Sett/Ott 2019
RS_copertina24-820x1024
Lug/Ago 2019
RS_copertina23-820x1024
Mag/Giu 2019
RS_copertina22_singola-820x1024 (1)
Mar/Apr 2019
RS_copertina21_singola-820x1024 (1)
Gen/Feb 2019
RS_copertina20-1 (1)
Nov/Dic 2018

Confronta gli annunci

Confrontare
Ingmar Angeletti
  • Ingmar Angeletti