IL COUNSELING AL FAMILIARE ED AL PERSONALE

Nel lavoro in RSA sono previste, per i componenti dell’equipe interdisciplinare, occasioni di scambio verbale, counseling, accompagnamento ed informazione verso il familiare, col quale relazionarsi in una chiave di lettura di empatia e professionalità.
Tuttavia, è possibile empiricamente osservare che sovente avviene una dispersione di tempo importante, legata a tali confronti, in momenti e sedi non pianificati, interferendo sulla serenità dell’attività lavorativa del reparto nel quale il paziente è residente, a scapito del suo benessere.
Le cause di tale evento (giudicabile a tutti gli effetti un “rischio clinico”) vanno ricercate nelle aspettative e nel processo di accettazione della patologia del proprio caro, da parte dei parenti, e nel limite del burn-out e dell’oggettività tecnica del personale della struttura.
Per tali ragioni, si propone per i care-givers un’argomentazione delle più frequenti domande secondarie ad insicurezze e paure che l’impatto dell’istituzionalizzazione può creare, prevenendo un clima di antagonismo, scontro ed inutile dissipazione di risorse, con la finalità di giungere ad una competente consapevolezza.

32,00

Prodotti correlati

Cartaceo/Digitale
€ 64,00

Digitale
€ 48,00

Corso di Alta Formazione per l’Health Technology Assessment – COPHTA IX
€ 675,00

Intelligenza Artificiale e Machine Learning
€ 99,00

Procedure di valutazione del rischio chimico ai sensi del D.Lgs.81/08 – UNI EN 689-2019
€ 50,00

Campi Elettromagnetici – La valutazione dei rischi ai sensi del D.lgs.159/2016
€ 57,00

Corso Appalti pubblici: come partecipare ad una gara d’appalto
€ 59,00

Confronta gli annunci

Confrontare